habermas

Marina Calloni, Michele Nicoletti, Stefano Petrucciani Habermas è considerato uno dei più eminenti pensatori sistematici contemporanei e l’autore della teoria dell’agire comunicativo. A partire dagli anni Sessanta del Novecento fino ai giorni nostri, Habermas ha incessantemente pubblicato libri di filosofia e teoria sociale, riflettuto su diritto e democrazia, partecipato a dibattici pubblici su questioni di attualità. L’intervista mira dunque a ripercorrere i principali temi del suo pensiero, sottolineando il nesso

Superficialismo radicale.(2021)

Soggetti, emancipazione e politica. M. Alagna, L. Mazzone. ETS, 2021 I saggi di questo testo gravitano attorno a due fuochi: una diagnosi della soggettività contemporanea e il tentativo di sviluppare una critica all’altezza della sua vocazione emancipativa. Ciò che viene descritto è un processo di tendenziale emersione in superficie della relazione tra soggettività e politica; nessuna utopia col torcicollo, nessun nostalgismo, nessuna lamentela sulla superficialità della politica o paternale sulla

Ipocrisia.(2021)

Storia e critica del più socievole dei vizi. L. Mazzone. Orthotes, 2021 Inconfessata per definizione, l’ipocrisia è una delle categorie polemiche più usate e abusate, ancora oggi, per denunciare il “cinismo mascherato” di certi attori sociali, soprattutto quando rivestono cariche pubbliche. Ma l’ipocrisia è stata sempre e solo questo? Dovremmo davvero diffidarne sempre e contestare ogni sua manifestazione? Quali forme di ipocrisia possiamo distinguere? Quale rapporto esiste fra l’ipocrisia e

Donne senza Stato.(2021)

La figura della rifugiata tra politica e diritto. I. Boiano, G. Serughetti. Futura, 2021 La figura della donna privata della protezione del proprio Stato, in cerca di asilo in un altro paese, non è una novità del nostro tempo. Molte donne nel corso della storia hanno fatto esperienza dell’esilio, e grandi pensatrici del Novecento come Hannah Arendt, Simone Weil, Maria Zambrano, Àgnes Heller hanno scritto opere di speciale originalità e

Libere tutte. (2021)

Dall’aborto al velo, donne nel nuovo millennio. C. D’Elia, G. Serughetti. Minimum fax, 2021 Dalla Polonia agli Stati Uniti di Trump, la libertà di scelta sull’aborto è sotto attacco. In tutto il pianeta la violenza di genere fa le sue vittime, portando le donne di nuovo nelle piazze. Su temi vivi e controversi che riguardano i corpi femminili – la prostituzione, la gestazione per altri, l’uso del velo islamico –

Il vento conservatore. La destra populista all'attacco della democrazia. (2021)

G. Serughetti. Laterza, 2021 In un mondo sempre più stretto nella morsa dell’insicurezza economica e dell’incertezza sul futuro, si alza il vento conservatore. Crescono movimenti e partiti politici che rassicurano il proprio elettorato mostrandosi ostili all’eguaglianza sociale, all’accoglienza degli stranieri, ai diritti delle donne e delle minoranze sessuali, mettendo a rischio i valori fondativi delle nostre democrazie. Dal secondo dopoguerra si sono ottenuti risultati straordinari a difesa dell’inclusione democratica. Oggi

ruolounicontroviolenza

Ricerca, didattica e sensibilizzazione pubblica per la prevenzione del fenomeno. M. Calloni (curatore). Pearson, 2021 La violenza di genere è al centro di numerosi dibattiti pubblici, risoluzioni internazionali, interventi parlamentari, mobilitazioni sociali. Con la Convenzione di Istanbul, in particolare, i paesi europei si sono assunti obblighi specifici di prevenzione, protezione e sostegno delle vittime, perseguimento dei colpevoli e sviluppo di politiche integrate. Grazie a un lavoro comune, il libro qui

Razza e istruzione. Le leggi antiebraiche del 1938 (ebook)

 Razza e Istruzione. Le leggi antiebraiche del 1938. Il testo – con la prefazione della rettrice dell’Università di Milano-Bicocca, Prof. Giovanna Iannanutuoni, e la lectio magistralis della Sen. Liliana Segre – raccoglie le immagini della mostra e le relazioni presentate durante l’omonima conferenza, tenutasi nel febbraio 2019 e co-finanziata dall’allora Rettrice Prof. Cristina Messa e dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale. Il testo, curato da Marina Calloni, è il frutto del

chiedoasilo.libro.

M. Calloni, S. Marras, G. Serughetti. Università Bocconi Editore, 2020 Con la trasformazione dello scenario geopolitico avvenuto all’inizio degli anni Novanta, da paese di emigranti l’Italia è diventata una nazione di immigrazione. Tuttavia non tutti gli immigrati hanno le stesse motivazioni per l’abbandono del loro paese d’origine: chi è spinto da ragioni economiche o familiari e chi invece è costretto ad andarsene a causa di persecuzioni politiche. Queste due tipologie